Patente di guida, licenza di buon senso

01/08/2017
Zoom segnalistradali.png

Imparare a guidare su una minicar

Giovani su strada, alla guida di una 4 ruote senza nessun criterio. È un’affermazione che troppo spesso viene associata alle minicar, erroneamente considerate un pericoloso giocattolo per teenagers.

Prendiamo allora in considerazione un dato significativo, fornito dalla Polizia stradale sulla base di controlli periodici effettuati sulle vie periferiche che portano ai principali centri urbani. Dall’anno passato ad oggi sono in aumento gli incidenti - su strade extraurbane (+1,2%) e su strade urbane (+0,5%) – che coinvolgono in prevalenza la fascia 20-24 anni oppure automobilisti maturi (45 – 50 anni). Tra le cause principali disattenzione e scarso controllo del veicolo, spesso causato dall’uso del cellulare.

“Sulla base di queste informazioni – sottolinea Stefano Patergnani, direttore di Aixam Mega Italia - diventa prioritario riflettere sull’importanza dell’educazione stradale e del rispetto delle norme di guida fin dai banchi di scuola. E non mi riferisco soltanto ai corsi di teoria per conseguire la patente. Penso all’attività, più che mai opportuna, che già in molte scuole primarie del nostro paese viene svolta perché i cosiddetti cittadini di domani familiarizzino con le più elementari regole di viabilità. In quest’ottica il requisito della patente, resa obbligatoria anche per i quadricicli, non va affatto letto come una limitazione, ma come un’opportunità di rendere più attenti e consapevoli i giovani.”

Per guidare un quadriciclo, che sia pesante o leggero, bisogna aver superato la teoria e la pratica, bisogna dimostrare di sapersi muovere su strada nel rispetto delle normative, dei pedoni e del traffico. Per questo stanno aumentando i centri di scuola guida che integrano il parco macchine con le minicar.

“Siamo attivi – precisa Patergnani – anche in quest’ambito e lavoriamo in maniera efficace con alcune scuole guida sul territorio nazionale proponendo – oltre alla gamma guidabile dai 14 anni con patente AM - anche i modelli Coupé e Crossline in versione TQM destinati ai sedicenni. Si tratta di minicar con ABS di serie con prestazioni entro i 90 km/h, che consentono ai giovani di sperimentare l’incremento di velocità rispetto alla cilindrata inferiore (45 km/h). L’aspetto della sensibilizzazione degli automobilisti under 18 merita attenzione e va supportato.”

Anche perché, come ci ha scritto Umberto (16 anni, orgoglioso della sua GTI rossa): “Non conta quello che hai sotto al cofano ma conta chi è dietro al volante.”